Prima di adottare

Prima di adottare un cane, riflettete con attenzione

Prima di adottare un cane bisogna essere pienamente consapevoli di quanto segue:

1. il cane è un essere vivente che dipende in tutto e per tutto dall’ uomo. Rappresenterà, quindi, un impegno costante per molti anni, anche quando le condizioni di vita, abitative e familiari, dovessero cambiare;

2. il cane necessita di cure veterinarie, ordinarie e straordinarie, per tutto il corso della sua vita, con costi che possono incidere anche pesantemente sul bilancio familiare; è importante la prevenzione di malattie come la Filaria e la Lehismania, nonché l’igiene dentale.
Per saperne di più, cliccare qui e leggere l’approfondimento.

3. spesso i padroni di casa non vogliono animali; prima di adottare un cane, è bene accertarsi che il contratto di locazione non contenga il divieto alla detenzione di animali e considerare il fatto che, se in futuro emergerà la necessità di cambiare abitazione, potrebbe risultare difficile trovarne una in cui accettino il cane;

4. alcuni vicini di casa non tollerano i cani, specie quando abbaiano. I rapporti di buon vicinato si possono guastare e la convivenza diventare difficile;

5. il cane è un animale sociale e può rimanere da solo per un periodo variabile, ma non superiore alle sei ore consecutive. È necessario, quindi, prevedere la gestione del proprio tempo e attuare una serie di accorgimenti, atti a scongiurare l’insorgere dell’ansia da separazione. Se il cane rimane troppo a lungo da solo può abbaiare, distruggere oggetti, rosicchiare mobili, sporcare in casa, ecc.;

6. se ci si dovrà assentare per qualche giorno o andare in vacanza, si dovrà provvedere a trovare una persona o una struttura che si occupi del cane, affrontando costi non indifferenti;

7. il cane, per vari motivi, può scappare e diventare un pericolo per persone e cose. La responsabilità ricade sul proprietario che può essere multato per omessa custodia;

8. se si possiedono altri animali (cani, gatti o altro), bisogna verificare la compatibilità, al fine di favorirne la convivenza;

9. il cane può manifestare disturbi del comportamento, derivanti per lo più da un’errata interazione uomo-animale (ad es. ansia da separazione, aggressività, fobie di vario tipo, ecc.). Tali comportamenti da parte del cane, oltre a diventare vere e proprie patologie, possono rendere difficile e alcune volte pericolosa la convivenza in famiglia, soprattutto nel caso di cani di grossa taglia. Al fine di evitare l’insorgere di queste patologie, è importante adottare atteggiamenti adeguati (le indicazioni di base vengono illustrate nel breve vademecum allegato). Nel caso in cui si verificassero veri e propri disturbi del comportamento, è necessario richiedere l’ intervento tempestivo di professionisti qualificati che siano in grado di individuare le cause della patologia comportamentale e di suggerire le strategie da attuare per risolvere il problema. È bene sottolineare che si possono ottenere risultati soddisfacenti solo se tutti i membri della famiglia accettano di seguire con costanza e impegno le indicazioni date dal comportamentista.

Prima di adottare un cane, provate a fare una previsione dei vostri prossimi 10 anni. Dove pensate di essere? C’è il rischio che dobbiate cambiare casa? Potreste essere sposati e/o avere bambini piccoli? Dovrete viaggiare all’estero? Avrete un’entrata economica sicura? C’è qualcuno che potrebbe occuparsi del cane in caso a voi succedesse qualcosa?

Avete pensato come queste cose potrebbero influire sulla gestione del cane?

Considerate che per un cane proveniente da un canile, essere adottato e poi abbandonato di nuovo dopo qualche anno è molto traumatico.

Non vogliamo scoraggiarvi ma condurvi a una scelta consapevole e responsabile.

Cliccare per scaricare il Vademecum

Se siete sicuri, proseguite il cammino verso questa meravigliosa esperienza e leggete il nostro verbale d’affido.


Verbale di Affido dell’Associazione Compagni di Strada

Questi sono gli impegni che vi chiederemo di rispettare se prenderete un cagnolino del nostro canile.

PATTI E CONDIZIONI

1) La parte cedente si riserva ogni diritto relativo al possesso dell’animale per 60 giorni dalla data di cattura sopra riportata e cioè fino al giorno ………………………; durante tale periodo, se in grado di dimostrare l’effettiva proprietà, il legittimo proprietario può richiedere la restituzione del proprio cane. Di conseguenza, fino a tale data l’animale si intenderà affidato temporaneamente e solo allorché sarà decorso il suddetto termine la cessione diventerà definitiva ai sensi della Legge Regionale 16/06. L’acquisto della proprietà avviene per effetto degli artt. 923 e 929 del Codice Civile, trascorso un anno dalla data della cattura; fatti salvi quindi i diritti del legittimo proprietario in caso di smarrimento ai sensi dell’art. 927 del Codice Civile.

2) La parte cessionaria dichiara che il cane verrà DETENUTO presso il DOMICILIO attuale di ………………………………………………………………………………… e si impegna a non cedere l’animale a terzi. Si impegna inoltre a comunicare immediatamente alla parte cedente e all’Asl di competenza ogni variazione di residenza (durante l’intero ciclo di vita del cane), nonché l’eventuale smarrimento o decesso dell’animale e le circostanze di tempo e di luogo in cui si sono verificati tali avvenimenti.

3) La parte cessionaria si impegna a munire l’animale di una medaglietta recante i dati indispensabili per essere rintracciato, ad accudire l’animale con rispetto e affetto, ad assicurare all’animale condizioni di benessere compatibili con le caratteristiche etologiche della specie, a curarne la salute, a non sottoporlo a maltrattamenti, a non legarlo alla catena, in particolare a custodire l’animale con la diligenza del buon padre di famiglia, rispettando, per quanto riguarda l’eventuale struttura di ricovero destinata all’animale (box o recinzione), le prescrizioni regolamentari vigenti nel Comune di detenzione o, ove mancanti, quelle previste dall’art. 18 del regolamento attuativo della L.R. 16/06.

4) La parte cessionaria si impegna a non ospitare il cane in luoghi che gli procurino stress fisico e/o psicologico e a predisporre le opere necessarie al ricovero dell’animale, garantendo la sicurezza del cane e dei terzi e, in particolare, a realizzare le strutture idonee ad evitarne la fuga.

5) La parte cessionaria si impegna ad acconsentire alla sterilizzazione dell’animale per entrambi i sessi (qualora già non lo sia) e a produrre all’associazione (anche tramite email) la certificazione attestante l’avvenuto intervento o la plausibile motivazione del suo rinvio.

6) La parte cessionaria acconsente ai controlli domiciliari da parte degli incaricati dell’associazione “Compagni di Strada”, i quali potranno visionare l’animale e la relativa documentazione sanitaria (mantenimento corretta profilassi), revocando l’affido qualora si verificasse il mancato rispetto degli impegni assunti con la sottoscrizione del presente verbale d’affido o la violazione di disposizioni di legge.

7) La parte cessionaria accetta di divenire, dal momento in cui riceverà la consegna dell’animale, l’unico ed esclusivo responsabile civile per eventuali danni procurati a terzi riconducibili al possesso del cane, liberando l’associazione “Compagni di Strada” e gli enti aderenti alla “Convenzione per la realizzazione e l’utilizzo del canile rifugio” da qualsiasi responsabilità, anche in via solidale.

8) La parte cessionaria accetta di sostenere a proprio carico ogni e qualsiasi onere derivante dalla custodia dell’animale ed in particolare di provvedere tempestivamente alle cure necessarie, liberando la parte cedente da ogni obbligo, anche per cause antecedenti al presente contratto.

9) La parte cessionaria riconosce ed accetta che il mancato rispetto degli impegni assunti nei confronti dell’associazione “Compagni di Strada” con la sottoscrizione del presente verbale di affido sarà considerato danno ingiusto procurato all’associazione affidante e che quest’ultima, previa semplice richiesta scritta, potrà, a seconda della gravità e dei casi, pretendere o la restituzione del cane o il pagamento di una penale determinata fin d’ora in via equitativa per una somma non inferiore ad 250,00 euro (duecentocinquanta/00 euro) e non superiore a 1.000,00 euro (mille/00 euro).

10) il sottoscritto affidatario autorizza l’associazione “Compagni di Strada” al trattamento dei propri dati personali ai sensi della Legge n. 196/2003 e successive modifiche ed integrazioni (tutela della privacy).

A norma degli artt. n° 1341 e 1342 del codice civile, le parti specificamente approvano i patti di cui ai punti 1) affido e cessione, 2) variazione di residenza/ smarrimento/ decesso dell’animale, divieto di ulteriore affido, 3) custodia e salute, 4) luogo, strutture, 5) sterilizzazione, 6) controlli domiciliari, 7) esclusione della responsabilità dell’associazione, 8) oneri a carico del cessionario, 9) clausola penale, 10) tutela Privacy.

Il presente atto, fatto letto e sottoscritto, è redatto in 2 copie originali delle quali una è consegnata al cessionario firmatario del presente atto, con effetto liberatorio.

Dichiarazione sostitutiva di certificazione (contestuale all’istanza. d.P.R. 445/00, art.46).

La parte cessionaria, consapevole che chiunque rilascia dichiarazioni mendaci, forma atti falsi o ne fa uso, o esibisce atti con dati non più veritieri, è punito ai sensi del Codice Penale e delle leggi speciali ( art. 76 del d.P.R. 28/12/2000 n.445), DICHIARA di non aver riportato condanne penali per maltrattamenti ad animali.